Doppio lavoro

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 5 mesi, 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #5480
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum
    • Città :

    Salve Caneblu,

    capisco il suo risentimento. Le suggerisco di rivolgersi ad una struttura sindacale nel suo territorio per farsi assistere in questa vicenda. Ritengo che il suo datore di lavoro voglia che lei si dimetta, in modo da far pagare a lei, le penali relative alla rescissione del contratto a tempo determinato. Per risposte più certe vorrei vedere la lettera di assunzione, per questo il mio consiglio è di farsi assistere da una struttura sindacale nella sua città.

    Noi siamo della Uiltucs-Uil e seguiamo il Terziario-Commercio, se ci indica dove risiede e lavora potremmo indirizzarla ad un ns. ufficio.

     

    Spero di esserle stata utile, saluti

     

    Gioia

     

     

     

  • #5476
    Caneblu
    Caneblu
    Partecipante
    • Città :

    Buongiorno, Vorrei una consulenza in merito alla mia situazione lavorativa:

    sono assunta part time a tempo determinato in un negozio come venditrice (ccnl commercio) il contratto é di 20 ore settimanali con turnazioni da 4 ore al giorno 5 giorni su 7.

    Ho iniziato questo lavoro come studentessa lavoratrice e nel frattempo ho finito l’università laureandomi a novembre.

    Da 3 settimane ho iniziato un tirocinio formativo di altre 20 ore, di cui ho provveduto immediatamente a comunicare l’esistenza al datore del primo lavoro tramite copia del contratto di tirocinio. (Mi hanno detto che legalmente il tirocinio viene riconosciuto come Secondo lavoro e il datore del primo lavoro non può opporsi e tantomeno ostacolare la mia presenza al tirocinio.)

    Il problema in principio era che avendo un datore che cambia gli orari ogni settimana perché lo può fare fino ad un massimo di 24h prima (per casi gravi in teoria ma in pratica lo fa sempre) mi hanno consigliato di farmi dare dal tirocinio un orario fisso di Modo che le due cose non combaciassero mai, così da non dover spostare in continuazione gli orari all’ultimo perché L’altro datore non poteva opporsi oppure ostacolare in nessun modo la mia presenza al secondo lavoro.

    Così ho fatto, mi sono fatta fissare gli orari di lavoro del tirocinio dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 (ci sono scritti anche sul contratto che ho consegnato) mentre nel primo lavoro gli orari variano dalle 09:00 alle 20:30 dal lunedì alla domenica. Tralasciando che da quando ho iniziato il tirocinio non ho più avuto un giorno libero in quanto lavoro in negozio sia il sabato che la domenica, il problema grandissimo che ho attualmente é che il datore del primo lavoro sta ostacolando la mia presenza al tirocinio fregandosene del fatto che lavoro li la mattina e mettendomi sempre gli orari di mattina e quando glielo faccio presente lei mi risponde evasiva, da tre settimane, che aspetta una risposta dall’ufficio delle risorse umane e che io avendo sottoscritto un contratto a turnazione non posso pretendere nulla e che addirittura avrei dovuto chiederle il permesso di fare un tirocinio.

    Ora io sono esausta, affranta e arrabbiata e non so bene quali sono i miei diritti in merito (se ne possiedo) e quali possano essere i miei strumenti in difesa (se esistono) di una persona che abusa della sua posizione per creare malcontento sugli altri (perché fino a due settimane fa durante la settimana il mio orario era perennemente 16:30-20:30).

    Grazie mille per l’attenzione e per eventuali risposte,

    Cordiali saluti,

    n

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.