Anticipo TFR

Home Diritti del lavoro Domande frequenti TFR Anticipo TFR

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 1 mese, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #5750

    fania
    Partecipante
    • Città :

    Buonasera,io e mio fratello lavoriamo nella stessa azienda metalmeccanica e abbiamo necessità di acquistare 2 appartamenti (prima casa). Abbiamo già presentato il compromesso per ricevere il 70% del tfr ma ora il datore di lavoro ci dà la possibilità di ricevere solo il 35%. Lavoriamo in azienda più di 8 anni ma volevo chiedere se il datore di lavoro ha diritto di rifiutarsi. Nel caso altri dipendenti hanno fatto la stessa richiesta incide sulla nostra?

    • #5753
      Sindacato-Networkers.it
      Sindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum
      • Città :

      Buongiorno Fania,

      sì, il datore può rifiutare la concessione dell’anticipo del TFR.

      Può ripresentare la domanda l’anno successivo.

      In linea generale, anche se ha i requisiti – come nel suo caso per l’acquisto della casa – l’impresa può consentire l’anticipazione del tfr fino a un massimo del 10% dei lavoratori che ne hanno diritto o più in generale del 4% del numero totale dei dipendenti.

      La cifra dei lavoratori da considerare per il calcolo degli aventi diritto è quella relativa al numero dei dipendenti presenti all’inizio di ogni anno.

      Le consiglio comunque di leggere il suo CCNL metalmeccanici di riferimento perché potrebbero esserci altri riferimenti per calcolare il numero dei dipendenti.

      Inoltre, a seguito di alcune sentenze della Cassazione, sembra che per le aziende con meno di 25 dipendenti non sia prevista l’anticipazione del TFR.

      In aggiunta, deve considerare se avete accantonato il vostro TFR in un fondo o se lo avete lasciato in azienda.

      Cordialmente,

      Mario

  • #4540
    Redazione
    Redazione
    Amministratore del forum
    • Città :

    DOMANDA: Lavoro in un’azienda da 12 anni e ho richiesto anticipo tfr per problemi di salute. La ditta ha accettato i miei documenti ma sono passati diversi mesi senza ricevere alcunché. Quanto tempo può passare prima che mi venga erogato l’anticipo richiesto?

    RISPOSTA:

    La legge 297/82 non fissa limiti di tempo per l’erogazione della richiesta. La legge invece fissa un massimo del 10% dei dipendenti che contemporaneamente in un anno possono chiedere tale anticipazione.

    Secondo le informazioni riportate sul sito web dell’INPS, dopo almeno 8 anni di lavoro nell’azienda dello stesso datore di lavoro, i lavoratori possono chiedere al datore di lavoro un’anticipazione fino al 70% del TFR maturato alla data della richiesta. La domanda deve essere giustificata da uno dei seguenti motivi:

    • spese sanitarie di carattere straordinario;
    • acquisto della prima casa di abitazione (per il richiedente o per i figli);
    • spese da sostenere durante i congedi per maternità o per formazione.

    L’anticipo TFR può essere ottenuta una sola volta nel corso del rapporto di lavoro.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.